Come “sto”? Lo stare, la qualità della nostra presenza, la nostra essenza

MARTEDÌ 21 APRILE 20.00-22.30
Centro Divenire – Via Reich 39, Torre Boldone
(max 20 persone)

Spesso alla domanda “Come stai” rispondiamo con – o ci aspettiamo come risposta – una frettolosa rassicurazione che tutto va bene, come se questa formula di apertura nello scambio tra persone fosse solo una domanda di cortesia, a cui non vale la pena dare davvero peso e spazio. Quanto spesso ci è capitato di rispondere onestamente a questa domanda? E quanto spesso abbiamo provato a chiedere a noi stessi come stiamo? Siamo così abituati ad andare oltre al nostro sentire, siamo così assorbiti dal “fare” (anche semplicemente una conversazione), tanto impegnati a gestire le decine di impegni giornalieri, che non siamo più allenati – se non addirittura capaci – di ascoltarci. Abbiamo perso l’attitudine a rimanere connessi al momento, presenti a noi stessi, senza il bisogno di correre dietro ai pensieri o alle azioni. Perdendo queste possibilità, rinunciamo ad ascoltare ciò che potrebbe indicarci la direzione per stare realmente bene. Imparare a percepire i segnali del nostro corpo, a gestire i vissuti emotivi, comprendere i nostri bisogni più profondi e conoscerci, apprendere a stare nel mondo assecondando il più possibile la nostra natura più profonda, può farci riappacificare con noi stessi e con il nostro contesto, a cui siamo inevitabilmente connessi. Possiamo conoscere quali siano le nostre reali risorse e fare esperienza di come il nostro corpo sia in grado di autoregolarsi e di assestarsi, anche a fronte di eventi o vissuti spiacevoli. Attraverso dei semplici esercizi di ascolto e di esplorazione corporea – mutuati dalla pratica di Somatic Experiencing – ci affacceremo a questa possibilità e faremo insieme esperienza di quanto questo tipo di lavoro possa essere delicato ma efficace.

Somatic Experiencing, un approccio nato per l’elaborazione delle esperienze traumatiche, è un metodo dolce ma estremamente valido per aiutare chi vive un sintomo o un disagio psicofisico a contattare, contenere ed elaborare – piccole parti alla volta – la propria esperienza, rinforzando le risorse della persona e potenziando le innate capacità di del suo sistema.

Il workshop è aperto a adulti di ogni età. Non servono pregresse esperienze o capacità fisiche particolari. I autoguarigione partecipanti sono invitati a portare con sé la propria curiosità e voglia di riscoprirsi, a partire da piccole ma fondamentali esperienze di ascolto di sé.

Conduce

Patrizia Pascucci

Psicologa, psicoterapeuta sistemico-relazionale, formata in ipnosi ericksoniana, in EMDR, in tecniche di mindfulness, di rilassamento e immaginative. Specializzata nell’elaborazione delle esperienze traumatiche e dei blocchi emotivi attraverso tecniche corporee: Trauma Releasing Exercices (T.R.E) e Somatic Experiencing.

Iscriviti al workshop

Workshop gratuito con iscrizione obbligatoria mandando una mail a info@centrodivenire.net (massimo 2 workshop a persona).

Apri Whatsapp
Ciao, come possiamo esserti utili? Scrivici su Whatsapp!