Psicoterapia di gruppo

Psicoterapia di gruppo

Noi tutti viviamo e lavoriamo nel contesto di gruppi. La psicoterapia di gruppo offre ai pazienti l’opportunità di scoprire come funzionano nelle situazioni di gruppo: i ruoli che giocano, le aspettative, le fantasie inconsce che hanno riguardo ai gruppi e gli ostacoli che incontrano nel rapportarsi agli altri nel lavoro e a casa. Le dimensioni particolari dell’esperienza di gruppo possono essere esplorate solo parzialmente in una psicoterapia individuale.

Ogni livello di realtà agisce su un altro livello di realtà e lo trasforma (Italo Calvino)

La psicoterapia di gruppo può avere cadenza settimanale infrassettimanale (durata due ore), quindicinale (il sabato mattino, durata 3 ore) o intensiva in forma seminariale (una o più giornate). L’accesso dipende da valutazioni cliniche da parte del terapeuta, attraverso un inter diagnostico di colloqui individuali.

Sebbene i gruppi differiscano nelle loro dimensioni, il gruppo psicoterapeutico contiene da un minimo di sei ad un massimo di dodici persone. Nelle forme intensive e seminariali il numero è più ampio e può essere anche di 30 persone, questo perchè le dinamiche intensive sono favorite proprio dalla numerosità delle persone presenti.

La composizione del gruppo è eterogenea, nel senso che ogni paziente presenta un quadro diagnostico e/o sintomatologico differente dall’altro.

La durata del gruppo e/o della permanenza del gruppo non è prefissata, esattamente come nel caso della psicoterapia individuale, e nuovi membri si aggiungono via via che altri terminano il proprio percorso in accordo con il terapeuta. La dimensione gruppale, per la ricchezza che offre, favorisce l’individuazione personale. Esso è un passaggio indispensabile soprattutto laddove si vuol affrontare tematiche relative ai limiti esistenziali creati dal nostro carattere. Il percorso di gruppo è considerato un intervento elettivo per consentirci un livello di maturazione più profonda, perchè ci obbliga ad affrontare le tematiche legate ai timori delle rezioni e ai giudizi degli altri nei nostri confronti scoprendo l’infinita risorsa che rappresenta l’Altro. Esso favorisce una maggiore capacità di stare nel mondo e con il mondo.

Oltre alla psicoterapia ad orientamento gestaltico, il Centro Divenire offre ulteriori approcci come quello psicosomatico, bioenergetico e transazionale.

“Per me la psicoterapia è stato capire che tutti abbiamo problemi”
Paolo, 55 anni

Psicoterapia di gruppo psicosomatica

Nel corso della vita ciascuno entra in contatto con molteplici gruppi: la famiglia, la scuola, gli amici, i colleghi ed altri ancora. Il senso di appartenenza o il vissuto di esclusione da un gruppo concorrono profondamente alla formazione della nostra identità, così come le interazioni all’interno dello stesso contribuiscono ad affinare le nostre capacità interpersonali.

La psicoterapia di gruppo è quindi uno strumento molto efficace e potente per far emergere e sviluppare le proprie dinamiche relazionali, in un contesto caratterizzato dal non giudizio, dal confronto e dal sostegno reciproco.

Il gruppo diventa al contempo il luogo in cui fare esperienza ed anche contenitore di vissuti; un modo per confrontarsi, nella realtà del qui e ora, con la propria capacità di esistere ed esprimersi. La condivisione dei propri vissuti può far sentire meno soli e confrontarsi con gli altri può portare ad approfondire le riflessioni su di sé, amplificando i propri processi trasformativi.

L’esplorazione dei significati simbolici delle somatizzazioni permette inoltre di costruire un campo di coscienza significativo per lo sviluppo personale di ciascun partecipante. 

Psicoterapia bioenergetica di gruppo

“Se vuoi andare veloce corri da solo; se vuoi andare lontano, cammina in gruppo”

Questo proverbio africano illustra molto bene la potenza di un lavoro di gruppo. L’analisi bioenergetica ha sviluppato una modalità di terapia di gruppo in cui il lavoro psico-corporeo su di sé entra in risonanza con quello degli altri partecipanti.

Le esperienze corporee portano a contattare parti molto profonde di sé e del nostro rapporto con gli altri. Queste vengono poi amplificate e approfondite dal lavoro in gruppo, a cui il gruppo partecipa sia attivamente che passivamente, in quanto cassa di risonanza delle emozioni e energie in movimento.

Come in una chitarra, ogni partecipante è una corda che tende ad accordarsi e a vibrare con gli altri, e quindi a ri-suonare; e il gruppo, inteso come campo energetico è la cassa armonica che amplifica il suono, rendendolo melodia e canzone.

“Imparare ad accettare persone diverse da me, con idee diverse è arricchente, apre la mente e aiuta ad essere più flessibili
Lucrezia, 52 anni

Psicoterapia di gruppo analitico transazionale

Uno dei principi fondanti dell’analisi transazionale è, banale a dirlo, il concetto di transazione. La transazione è un atto comunicativo di qualsiasi tipo (verbale, non verbale, anche il silenzio, un movimento, un gesto fisico). 

Siamo immersi sin dalla nascita in un sistema fatto di scambi comunicativi e ognuno di essi ci arriva sia ad un livello consapevole e razionale che ad uno più emotivo e istintivo (molto spesso il più importante). Questa continua e incessante rete di scambi, affermazioni, sgridate, lodi, rinforzi, accuse, critiche, spinte è ciò che produce a lungo termine quello che siamo, chi “decidiamo” di essere, il ruolo che rivestiamo nel mondo, i giochi psicologici a cui ci prestiamo.

Nella vita di tutti i giorni opereremo transazioni volte a trovare conferma delle nostre impostazioni, volte a confermarci che il mondo va proprio come noi pensiamo vada. Non importa quanto questo possa anche renderci infelici, quanto quel ruolo ci vada stretto, quanto vorremmo evadere da quel sistema, il richiamo a quel “sapevo che sarebbe finita così” è troppo forte.

È per questo che l’Analisi Transazionale elegge il gruppo di terapia come uno dei suoi strumenti principe di intervento. Perchè nel gruppo le transazioni possibili si moltiplicano, le disconferme e le nuove conferme non arrivano solo dal terapeuta ma anche dai compagni di percorso. Ci si può giocare in nuovi modi in un ambiente protetto, come quello di ogni buona terapia, ma molto più vicino alle difficoltà della vita quotidiana di quanto non sia una individuale. Il gruppo è un potenziatore di stimoli, accelera alcuni processi, diventa nella sua totalità un vero e proprio terapeuta aggiuntivo. Questa, a mio parere, è una delle visioni del gruppo di terapia in Analisi Transazionale.

Terapia di gruppo perché? 11 buoni motivi per parteciparvi

La terapia di gruppo favorisce il cambiamento che è un processo particolarmente complesso che avviene attraverso un’intricata interazione di esperienze umane a cui potremmo riferirci utilizzando il termine di “fattori terapeutici”. Ce ne sono almeno 11 fondamentali

Seminari residenziali

I gruppi residenziali consentono una più profonda immersione nel lavoro gruppale e allo stesso tempo si tratta di un piccolo viaggio: la metafora del viaggio è usata in tutte le culture per descrivere la vita e la ricerca del suo significato.

Seminari di gruppo di psicoterapia intensiva

I seminari di psicoterapia intensiva sono da considerarsi dei momenti “integrativi” al proprio percorso di psicoterapia, sia esso individuale o di gruppo.

Richiedi un colloquio orientativo

Inoltrate la vostra richiesta di colloquio compilando il nostro formulario online e sarete contattati per fissare un colloquio orientativo al fine di stabilire se e in che modo i collaboratori del Centro possono esservi di aiuto.