I crolli che stiamo vivendo. Dialogo con Luigi Zoja

Data: Sabato 25 aprile 2020 ore 17
diretta Facebook dalla pagina Centro Divenire

“Arrendersi o perire” fu la parola d’ordine intimata dai partigiani nel famoso giorno del 25 aprile 1945.
Nel giorno dell’anniversario della Liberazione d’Italia, in cui per la prima volta non ci saranno le consuete manifestazioni, dialogheremo con il Prof. Zoja, psicoanalista e autore di saggi tradotti in tutto il mondo, sul valore simbolico di questa esperienza. A cosa dovremmo arrenderci dunque per sopravvivere psicologicamente a questa realtà?
All’autore di Paranoia, La follia che fa la storia (Bollati Boringhieri, 2011), chiederemo di descriverci l’infezione psichica in corso, che sta facendo e farà più vittime del contagio del Covid19 stesso. Proveremo a riflettere sul prezzo della privazione a cui siamo sottoposti e a capire cosa si intende quando si dice che stiamo vivendo una psicosi collettiva. Quali ripercussioni ha e avrà questa esperienza sul nostro mondo interiore? Come gestire al nostro interno, per dirla con Bollas, la complessità sconvolgente della materia oscura da cui siamo circondati? Cosa sta emergendo da questa urgenza?
Dentro il traumatico disfarsi delle certezze e dello sparire di persone dalla nostra vita, proveremo a rintracciare fili di senso di cui tutti abbiamo un grande bisogno .

Relatore:
Luigi Zoja
Psicoanalista – Presidente del CIPA (Centro Italiano di Psicologia Analitica) dal 1984 al ‘93. Dal 1998 al 2001 presidente della IAAP (International Association for Analytical Psychology), poi Presidente del Comitato Etico Internazionale della stessa. Già docente presso il C.G. Jung Institut di Zurigo, presso l’Università dell’Insubria e attualmente presso l’Università di Macao (Cina). Saggista e scrittore. I suoi numerosi saggi sono tradotti in tutto il mondo.

Segui la conferenza in diretta sulla pagina Facebook del Centro Divenire!

Apri Whatsapp
Ciao, come possiamo esserti utili? Scrivici su Whatsapp!