Martina Zanardi

Martina Zanardi

CHI SONO

Appassionata di culture e di viaggi, amo scoprire tutto ciò che non conosco e stare a contatto con la natura.

Sono sempre stata affascinata dalle società differenti e accompagnata dal desiderio di approfondire le loro tradizioni, ciò mi ha condotto in paesi lontani e permesso di costruire e colorare di più la mia anima. Mi definisco una persona dolce e caparbia, queste sono le caratteristiche che sento di mettere maggiormente nel mio lavoro.

Mi piace osservare e conoscere l’Uomo nelle sue mille sfaccettature ed in particolare sono affascinata dalle relazioni. Queste sono le passioni che mi hanno condotto ad intraprendere gli studi in psicologia. Ho dedicato la maggior parte dei miei studi all’approfondimento della preadolescenza e dell’adolescenza, fasi delicate del ciclo di vita, ma estremamente potenziali per lo sviluppo e la crescita. Credo fortemente che ognuno di noi abbia dentro di sé tutte le risorse possibili per affrontare anche i momenti più duri, ma, alle volte, bisogna essere accompagnati per scoprirle e utilizzarle nel migliore dei modi.

 

FORMAZIONE

Appena laureata in Psicologia Clinica e della Salute presso l’Università San Raffaele, spinta dal forte desiderio di comprendere in profondità le dinamiche intrapsichiche e interpersonali, ho iniziato un percorso di specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica dell’Adolescente e del Giovane adulto presso la Fondazione Minotauro di Milano. Le mie competenze hanno avuto la possibilità di svilupparsi sia all’interno di due importanti tirocini formativi, uno presso il Centro per l’Adolescenza e la Giovane Età di Parma e l’altro presso la U.O.N.P.I.A. della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, sia attraverso un percorso di analisi personale. Inoltre ho approfondito la conoscenza sull’età evolutiva con un Master sulla Diagnosi e il Trattamento dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento.

 

DI COSA MI OCCUPO

Mi occupo di consultazioni e psicoterapia con preadolescenti, adolescenti e giovani adulti che si trovano in difficoltà nelle rispettive fasi di sviluppo. Cerco di sintonizzarmi con il loro dolore, di supportarli e aiutarli nella risignificazione della loro storia e nella costruzione del loro futuro.

Il mio modello di lavoro, a partire dagli insegnamenti dei grandi maestri quali Pietropolli Charmet e Senise, è di tipo evolutivo volto alla promozione del cambiamento sia nell’individuo, sia nel contesto di sviluppo. Tale modello si basa sull’idea che il processo di crescita implichi la realizzazione di specifici compiti evolutivi che coinvolgono la trasformazione del corpo, del funzionamento mentale, il bisogno di autonomia e la nascita di una nuova identità di genere e sociale. Il lavoro terapeutico è fortemente incentrato su questi aspetti ed è caratterizzato da una forte attenzione all’unicità, al mondo interno della persona e alla relazione terapeutica come strumento e motore di lavoro. Oltre al colloquio clinico, utilizzo diversi strumenti ad hoc, come test autosomministrati e/o proiettivi, canzoni, foto, videogiochi ovvero elementi significativi e simbolici per il ragazzo. Pongo una forte attenzione al contesto entro cui il ragazzo è inserito, infatti la famiglia e la scuola sono coinvolti nella presa in carico. L’obiettivo della terapia è, quindi, quello di sostenere i ragazzi in stallo nell’affrontare i compiti evolutivi, i problemi quotidiani e le relazioni faticose, favorendo la ripresa del percorso evolutivo.

Inoltre, lavoro nelle scuole primarie e secondarie dove mi occupo di progettazione e supporto psico-educativo per bambini e ragazzi con disabilità cognitiva, difficoltà di apprendimento e difficoltà emotive-comportamentali.

 

PERCHÉ IL CENTRO DIVENIRE

Al Centro Divenire ho riscontrato una forte attenzione alla persona, alla sua unicità e il desiderio di uno sguardo che vada in profondità tenendo in considerazione diversi punti di vista che possono essere integrati tra di loro. Il Centro è un luogo dove si respira un clima di serena condivisione e confronto, che favorisce una crescita umana e professionale significativa. Sostengo fortemente che il gruppo sia motore di energie, confronto e pensiero e queste sono le caratteristiche che più mi hanno colpito e ho ritrovato nel lavoro svolto dal Divenire.

CONTATTI