Cerchio di Lilith. Cerchio di sorellanza per donne.

Un percorso di crescita al femminile

con la dott.ssa Livia Luisoni

 

PREMESSA, IL SIGNIFICATO DELLA PROPOSTA

La proposta di un percorso per sole donne, “Il Cerchio di Lilith”, intende costituire il tempo ed il luogo della fondazione di un cerchio di sorellanza, spazio di condivisione, spazio protetto in cui poter esprimere ed elaborare emozioni, sentimenti, vissuti e pensieri legati alla propria femminilità, all’essere donne oggi nella ricca complessità di esperienze, ruoli e relazioni.

Anticamente le donne di tutte le età, si disponevano in cerchio durante la fase di flusso mestruale all’interno di capanne o tende, per prendersi cura l’una dell’altra e trasmettersi antiche conoscenze, tradizioni ed esperienze che riguardavano vita e morte, la sessualità, il ciclo mestruale, la gravidanza, il parto, l’allattamento e l’accudimento dei figli.
Questa ciclica condivisione in un clima di sorellanza, dava alle donne la stabilità emotiva e il sostegno di cui avevano bisogno per affrontare il quotidiano. Lo scopo del cerchio è rifondare questa antica usanza di trasmissione di conoscenze e benedizioni, favorire un’esperienza di grande vicinanza fra donne di tutte le età, sorelle, madri, figlie in una continuità preziosa fra le generazioni.

“Il Cerchio di Lilith” è soprattutto un luogo in cui tornare alle radici dei valori inestimabili della femminilità, che vanno ben oltre la contrapposizione fra generi e che hanno dimora principalmente nel corpo e nelle esperienze dell’accoglienza e della generatività, affinché il corpo femminile non sia più solo quello guardato, giudicato e offeso, ma anche e soprattutto quello sentito, abitato, amato, goduto.

Vivere la propria femminilità in armonia con i cicli della natura, con i miti ed i simboli che la onorano, riscoprirne i significati, viverne la forza, lontane dalle trappole del perfezionismo e dell’omologazione. I termini “donna” e “dono” sono così simili nel suono da rievocare lo stesso simbolo del dare. Ma “dare” non è quell’obbligatorietà a cui si è state educate, quel cercare di aderire a dei modelli che non ci appartengono e ci limitano, solo per sentirci adeguate a standard omologanti che noi stesse ci siamo date. Riscoprirsi per fare della propria natura femminile un dono, senza ostentazione, senza sforzo, senza parole urlate e negazione delle differenze.

 

CONDUZIONE E TEMPI

Il laboratorio sarà condotto da Livia Luisoni, psicologa clinica e danzamovimentoterapeuta. S’intende proporre un lavoro integrato che a partire dalla valorizzazione delle esperienze delle donne partecipanti, utilizzi i canali della parola condivisa e del linguaggio corporeo, della danza e dell’espressione artistica.

Il laboratorio si articolerà in nove incontri a cadenza settimanale di 2 ore ciascuno, in cui si richiederà continuità di presenza. Più cicli si potranno susseguire, con adeguati tempi di sedimentazione e di recupero.
Alle partecipanti è consigliato un abbigliamento comodo ma che esalti, se lo desiderano, la loro femminilità. Non è richiesta alcuna competenza tecnica in danza o particolare preparazione fisica.

 

ELEMENTI METODOLOGICI

Gli incontri avranno luogo il lunedì pomeriggio dalle 18.30 alle 20.30 dal 04 marzo al 06 maggio 2019 (sospensione 22 aprile 2019) presso la sede del centro Divenire di Torre Boldone, SALA ROSSA. Gli incontri si struttureranno:

  • Momento di accoglienza: comodamente sedute in un cerchio di parola e di ascolto, si condividono attraverso brevi suggerimenti stati d’animo, vissuti.
  • Esercizi di respirazione.
  • Proposta centrale di movimento.
  • Proposte grafico- pittoriche per esprimere e trattenere le esperienze vissute;
  • Cerchio finale di condivisione.

Gli elementi che stanno alla base di questo progetto sono il MOVIMENTO, il SUONO ed il COLORE nelle loro manifestazioni più raffinate e coinvolgenti: la voce, la musica, il silenzio, l’ascolto corporeo, la respirazione, la semplicità e la fluidità dei movimenti, l’espressione artistica, la traccia mnemonica del proprio percorso.

Fondamentale la fase di rielaborazione, di presa di coscienza attraverso la verbalizzazione in cerchio di sensazioni, vissuti ed attraverso il segno grafico di cui le mamme conserveranno, in una sorta di diario dell’attesa, i lavori prodotti.

 

OBIETTIVI
  1. Creare uno spazio di condivisione e di accoglienza per uscire dall’isolamento, dalla solitudine, condividendo bisogni, scoprendo il grande dono dell’accoglienza. La storia di ciascuna può essere la storia di molte, raccontandola aiutiamo noi stesse e le altre.
  2. Esplorare vissuti emozioni, sentimenti legati al tema della femminilità. Nel cerchio ognuna può dare spazio liberamente alla propria unicità e riconoscere la bellezza e l’unicità delle altre donne. Sedersi in cerchio è un atto di accoglienza che restituisce vicinanza, rispecchiamento e nutrimento.
  3. Vivere un’esperienza che permetta di acquisire maggiore consapevolezza della forza, dell’intuizione e del potenziale inespresso del femminile che risiede in ogni donna. Essere donna è incarnare l’energia femminile in un corpo ciclico, delicato e forte allo stesso tempo, che dona la vita e va tutelato in tutti i suoi aspetti: il corpo fisico, il tempio che abitiamo, di cui riscoprire la profonda saggezza, il mondo emotivo che ci permette di sentirci vive, di crescere e la parte energetica che irradia ciò che siamo, le relazioni che scegliamo, le esperienze che viviamo, specchio della nostra realtà interiore.

 

DATE

Dalle ore 18.30 alle ore 20.30

4-11-18-25 Marzo

1-8-15-29 Aprile

6 Maggio

 

COSTO

Il costo dell’intero percorso è di € 270 (da aggiungere il 2% di imposte).

 

ISCRIZIONE

Per iscriversi al percorso è necessario compilare il modulo online.

Centro Divenire

Centro Divenire

Centro Divenire. Centro di Psicoterapia Umanistica Integrata.

Potrebbero interessarti anche...

CONTATTI